L'impresa

Da Trento a Bologna in un'ora: il cuore per il trapianto viaggia a tempo record

Il trasporto è avvenuto con un elicottero del 118

Un’ora per percorrere più di 200 km, trasportare un cuore da Trento a Bologna in elicottero e salvare una vita. È quanto accaduto venerdì 21 luglio per effettuare un trapianto in tempi record al policlinico Sant’Orsola, nel capoluogo emiliano. 

Tutto ha inizio quando il Centro Riferimento Trapianti dell’ospedale bolognese, in mattinata, lancia su scala nazionale un’urgenza per trovare un donatore ed eseguire il delicato intervento su un paziente 68enne. La struttura medica di Trento risponde alla chiamata, e grazie al coordinamento con il 118, viene organizzato il trasporto via elicottero dell’organo, per ridurre al minimo i tempi di trasferimento e facilitare l’operazione.

In poco più di un’ora, il trapianto viene eseguito, e le condizioni del paziente migliorano: “Siamo orgogliosi del risultato ottenuto grazie a una macchina efficiente e ben oliata in cui tutti i professionisti e le strutture fanno il loro lavoro al meglio, con il coordinamento eccellente del Centro Riferimento Trapianti regionale - commenta Raffaele Donini, assessore alle politiche per la Salute della Regione Emilia-Romagna -. Tutto questo non servirebbe a nulla, però, se a monte non ci fosse la scelta generosa della famiglia del donatore: a loro va il più grande e importante ringraziamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Trento a Bologna in un'ora: il cuore per il trapianto viaggia a tempo record
TrentoToday è in caricamento