Cronaca Pergine Valsugana / Nogarè

Tragedia di Pergine, padre e figlia trovati dalla famiglia con il Gps

La moto di Sandro è uscita fuori strada

È stata la mamma di Elisa e moglie di Sandro Prada a rintracciarli e trovare i loro corpi senza vita nel bosco, dopo il terribile incidente di venerdì 20 agosto, sulla provinciale 83, la strada che collega Baselga di Pinè a Pergine, nelle vicinanze della frazione di Nogarè. La donna, insieme alla figlia più grande, li ha ritrovati grazie a un'applicazione installata sul telefonino di Elisa che permette di rintracciare i dispositivi. 

Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana, i sanitari del 118, i vigili del fuoco di Pergine e gli operatori del Soccorso Alpino. Per padre e figlia, purtroppo, non c'era più nulla da fare. Pare che i due, dopo un primo impatto con un albero, siano stati sbalzati dalla moto e morti sul colpo. 

Non sono ancora note le cause che hanno portato all'uscita di strada della moto, un 125. Al momento non ci sarebbero testimoni e non sono stati trovati segni di frenata sull'asfalto, né altri frammenti sulla strada. Si pensa a un malore, ma non è esclusa la possibilità di un malfunzionamento della moto e su questo verranno fatti degli accertamenti. 

Sandro aveva 51 anni e lavorava in una cava di porfido, mentre Elisa ne aveva appena 13 e frequentava le scuole medie. L'intera comunità perginese è sotto shock. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Pergine, padre e figlia trovati dalla famiglia con il Gps

TrentoToday è in caricamento