Cronaca Centro storico / Via Roma

Tossici e senzatetto in biblioteca comunale: si cambia

Il Servizio Attività Sociali sta avviando un progetto sperimentale che ha l'obiettivo di ridurre la frequenza impropria della biblioteca da parte di persone senza fissa dimora

Il Servizio Attività Sociali sta avviando un progetto sperimentale che ha l'obiettivo di ridurre la frequenza impropria della biblioteca da parte di persone senza fissa dimora o con difficoltà sociali. Il progetto prevede un'attività di sensibilizzazione, attuata da soggetti di pari condizione sociale, direttamente sulle persone che frequentano impropriamente la biblioteca.

Sono chiamati "utenti esperti" perché conoscono bene, per avere vissuto in prima persona questa esperienza, le condizioni sociali di chi non ha casa o vive ai margini della società. Questi mediatori per quattro mesi saranno presenti in biblioteca (il periodo e le fasce orarie sono ancora da stabilire), parleranno con le persone che la frequentano impropriamente per presentare loro (e invitarli a frequentare) altre strutture che possano rispondere ai loro bisogni di socializzazione, igienici e di altra natura che non può soddisfare la biblioteca, e per sensibilizzarli ad un uso corretto dei servizi informativi e bibliotecari, qualora ne avessero bisogno.
 

L' intervento degli "utenti esperti" si rivolge esclusivamente alle persone con disagio sociale, esclude quindi eventuali attività di competenza delle forze dell'ordine Progetti di simile impostazione si sono rivelati molto efficaci ed utili in altri settori del Comune, per questo è stato deciso di sperimentarli anche in biblioteca.

Lunedì scorso la direzione ha incontrato i mediatori che saranno presenti in biblioteca (di origine italiana, africana e maghrebina): già nei prossimi giorni approfondiranno la conoscenza della struttura, delle sue regole e dei servizi che offre. Verrà anche definito un progetto, semplice ed efficace, di comunicazione plurilingue sui servizi e le regole d'uso della biblioteca, che sarà un utile strumento di lavoro per i mediatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tossici e senzatetto in biblioteca comunale: si cambia

TrentoToday è in caricamento