Cronaca Via Innsbruck, 22

Tornelli, Uil contro Gilmozzi: "L'unico effetto è il ritardo delle corse"

Il sindacato risponde alle affermazioni entusiastiche dell'assessore: "Ritardi sistematici, il più delle volte non funzionano e non si possono bloccare per questioni di sicurezza"

Scontro tra la Uil e l'assessore Gilmozzi sui tornelli sperimentati in questi mesi sulle linee 15 e 17 del servizio urbano di Trento. "Non funzionano e quindi provocano ritardi, l'unico effetto è quello di distrarre il conducente" così il  sindacato risponde all'enntusiastica affermazione dell'assessore che ieri in una nota ha che  il  nuovo sistema, pur costando 15.000 euro a  mezzo, garantisce "evasione zero".

"La gente abituata a prendere il mezzo pubblico sbuffa e da segni di impazienza perché alle fermate bisogna fermarsi più del dovuto per far salire i passeggeri ad uno ad uno quando il traffico in strada fa perdere già abbastanza tempo. Sarebbe il meno, ma il fatto è che come deterrente questo sistema non ha la minima efficacia in quanto chi non ha pagato il biglietto entra lo stesso dal momento che il tornello non è bloccato visto che la legge lo vieta per motivi di sicurezza" si legge nella nota della Uil.

Insomma il tornello andrebbe bene forse per le corriere, ma in città, dove le fermate spesso  sono a poche centinaia di metri di distanza l'una dall'altra, l'effetto è  disastroso. Del resto sulle linee extraurbane il biglietto si paga già direttamente al conducente e quindi viaggiare gratis risulta di fatto impossibile. Lo scontro riguarda anche le funnzioni di controllore che spetterebbero proprio all'autista, come ricordato ieri da Gilmozzi, compito che potrebbe essere inserito nel nuovo contratto collettivo nazionale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornelli, Uil contro Gilmozzi: "L'unico effetto è il ritardo delle corse"

TrentoToday è in caricamento