menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Testo unico per la non autosufficienza. Arriva il ddl unico

Tra gli obiettivi del testo unico vi sono la sintesi tra servizi e risorse, l'individuazione del responsabile del "caso" rispetto ai bisogni, le verifiche sul piano di assistenza e la programmazione dei bisogni del non autosufficiente

L’argomento della non autosufficienza confluisce in un testo unificato tra due disegni di legge (Magnani-Dorigatti e Penasa), depositato proprio oggi in Commissione. Il testo in materia di Mario Magnani, era stato presentato già all’inizio di questa legislatura ed aveva fatto a lungo discutere, nonostante la firma, fin da subito, dell’allora consigliere Bruno Dorigatti e di Roberto Bombarda.

Tra gli obiettivi del testo unico vi sono “la sintesi tra servizi e risorse economiche tenendo presente le esigenze della persona, l’individuazione del responsabile del “caso” rispetto ai bisogni, le verifiche sul piano di assistenza e la programmazione dei bisogni del non autosufficiente, non ultimo attraverso la formazione degli assistenti”

Rossi ha evidenziato come il disegno di legge sia stato reimpostato in un’ottica più globale, grazie alla disponibilità dei proponenti,  consentendo di ricondurlo all’interno di un ragionamento allargato sulla residenzialità e di affrontare il tema della compartecipazione della spesa per garantire un sistema maggiormente sostenibile. Si annuncia un dibattito acceso sull’esenzione della prima casa dal calcolo dell’assegno di cura, condizione per Penasa imprescindibile “rischiamo di fare una differenziazione in negativo per i nostri cittadini rispetto agli altri” ha detto.

Un accordo si potrebbe raggiungere introducendo una franchigia, come prospettato dall’assessore Rossi che ha dichiarato fin da subito inaccettabile l’esenzione totale. Un aspetto, questo dell’esenzione, che resta tutto da discutere, prima dell’approdo del disegno di legge in aula. La Commissione ha programmato le audizioni per gli inizi di maggio, aggiornando la discussione su questo ed altri aspetti.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento