rotate-mobile
Cronaca Comano Terme

Giudicarie: la Polizia Locale ha anche il test antidroga

Un tampone in grado di rilevare nella saliva minuscole quantità di cocaina, marijuana e anfetamine è in dotazione al Corpo delle Giudicarie. Patente ritirata per due anni ad un giovane noneso

Una dotazione in più per verificare, oltre all'alcol, i casi di guida sotto l'effetto  di sostannze stupefacenti. La  Polizia Locale delle Giudicarie ha utilizzato per la prima volta nel weekend appena trascorso il nuovo "drug screen" in dotazione al Corpo. Si tratta di un test a reagenti chimici in grado di individuare nella saliva microscopiche quantità dei narcotici più diffusi: cocaina, marijuana, anfetamine ed oppiacei.

A farne le spese è stato un giovane residente in Val di Non di passaggio nelle Giudicarie insieme ad amici. Le analisi a cui è stato sottoposto presso l’ospedale hanno rilevato oltre al recente consumo di sostanze stupefacenti anche che nel sangue aveva un tasso alcolico di 1,90 grammi per litro, quasi quattro volte oltre alla soglia. Per lui, di professione corriere, doppia denuncia per guida sotto l’effetto di stupefacenti e in stato di ebbrezza, la patente gli verrà sospesa per almeno due anni.

"Sul controllo degli automobilisti consumatori di stupefacenti abbiamo sempre avuto difficoltà:con questo sistema possiamo velocizzare tutto e controllare i conducenti sospetti in tempo reale - spiega il Comandante -. Questo dispositivo consente alle nostre pattuglie di scoprire se il conducente abbia assunto droghe. In caso positivo gli agenti potranno accompagnare il fermato in ospedale per eseguire prelievi e analisi, così come prevede la procedura del Codice della strada".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giudicarie: la Polizia Locale ha anche il test antidroga

TrentoToday è in caricamento