rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca San Michele all'Adige

Numero chiuso a San Michele, ma i figli dei contadini non faranno il test

Per porre un argine al boom di iscrizioni, raddoppiate dal 2006 ad oggi, l'Istituto di San Michele all'Adige ha deciso per il numero chiuso: a settembre ci sarà il test d'ingresso, ma non per tutti...

Il fenomeno del ritorno all'agricoltura da parte delle nuove generazioni in tempi difficili è ormai noto. Ne sa qualcosa anche l'istituto Agrario di San Michele all'Adige che, anche per il prestigio crescente della scuola legata alla fondazione di ricerca, ha visto negli ultimi anni raddoppiare le domande di iscrizione. Per porre un argine all'assalto la scuola ha deciso di introdurre dal prossimo anno scolastico il numero chiuso.

Gli studenti che intendono frequentare l'istituto tecnico agrario o il percorso professionale a San Michele sono tenuti a registrarsi sul sito dell'ente (l'iscrizione scade domani, martedì 16 dicembre) e saranno chiamati a sostenere un test d'ingresso, con una piccola eccezione: per il percorso professionale non dovranno sostenere il test gli studenti il cui genitore o parente entro il 3° grado (fratello/sorella, zio/zia, nonno/nonna o cognato/a) dichiari in fase di registrazione di essere iscritto al registro provinciale delle imprese agricole.

Una scelta naturale, si dirà, fatta con l'obiettivo di incentivare il mantenimento di tradizioni familiari sul territorio. Non possiamo però non chiederci cosa sarebbe accaduto se simili "eccezioni" fossero state applicate in altri ambiti: è un po' come se i figli o parenti di avvocati non dovessero sostenere il test di ammissione a Giurisprudenza, o i figli di musicisti quello per il Conservatorio. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numero chiuso a San Michele, ma i figli dei contadini non faranno il test

TrentoToday è in caricamento