menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto di grado 4.2 della scala Richter: scosse anche in Trentino

L'epicentro sarebbe nell'area tra la Valpolicella e il lago di Garda. Ai centralini dei vigili del fuoco sono arrivate diverse telefonate. Quattro le scosse registrate nella zona delle Prealpi venete da ieri sera

Un terremoto di magnitudo 4.2 Richter ha colpito il distretto delle Prealpi Venete alle ore 00:54 di mercoledì 25 gennaio. L’epicentro è stato localizzato a pochi chilometri da Verona e l’ipocentro è stato a circa 10km di profondità. La mezzanotte era passata da 54 minuti, quando la terra ha tremato con grande intensità. L'epicentro è stato nelle Prealpi venete, poco oltre il confine tra il Trentino e la provincia di Verona, e l'intensità della scossa è stata di magntudo 4,2, e cioè la stessa del terremoto dello scorso ottobre.

L'epicentro sarebbe nell'area tra la Valpolicella e il lago di Garda. Ai centralini dei vigili del fuoco sono arrivate diverse telefonate, molte per richiesta di conferme sulla scossa.
 
Il forte terremoto è stato seguito da una nuova scossa di assestamento, alle 1.05, con una magnitudo di 2,1. Sono quattro in totale le scosse registrate nella zona delle Prealpi venete da ieri sera (le prime due di magnitudo 2.7 e 2.1 alle 20:41 e alle 20:49).
 
Anche stamattina nuove scosse: una alle 6.15, una alle 7.26 e un'altra, più forte, alle 9.10 che ha fatto tremare la terra anche a Milano. La scossa di terremoto registrata questa mattina alcuni minuti dopo le 9 è stata di magnitudo 4.9 ed ha avuto l'epicentro nella pianura padana emiliana, in provincia di Reggio Emilia. La scossa è stata superiore a quella di stanotte, ed è per questo che si è sentita con grande intensità anche in Trentino nonostante l'epicentro fosse più lontano.
 
Allo stato attuale non è stato rilevato alcun danno a persone o cose in Trentino per i terremoti con epicentro nella Provincia di Verona e nel Reggiano verificatisi questa notte e questa mattina e avvertiti chiaramente anche nella nostra provincia. In qualche scuola sono stati fatti uscire per qualche tempo gli studenti, a titolo precauzionale e per iniziativa dei singoli istituti. Le lezioni sono poi riprese regolarmente. Destituita di fondamento scientifico la notizia che si è diffusa anche in Trentino, complice la paura, che sarebbe prevista una nuova scossa di terremoto. Gli esperti dicono che non è possibile fare previsioni di questo tipo. L'evoluzione dei fenomeni è attentamente monitorata dal personale della Protezione Civile Trentina.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento