Cronaca Via Innsbruck, 22

Telecamere sui bus e collegamento con le forze dell'ordine in primavera

Incontro tra il sindacato ed i vertici di Trentino Trasporti: l'azienda promette di attivare il pulsante di collegamento con le forze dell'ordine e di montare le videocamere promesse anche da Gilmozzi. "Promesse verbali" sottolinea la Uiltrasporti che mantiene la mobilitazione

Procedura di "raffreddamento" per gli autisti di Trentino Trasporti, sul piede di guerra in tema di sicurezza, dopo le recenti aggressioni su bus e treni. Il famoso pulsante per chiamare le forze dell'ordine, montato a bordo degli autobus ma non funzionante, sarà attivato oppure sostituito con un altro "strumento di collegamento in tempo reale", si legge nella nota di Uiltrasporti; inoltre le telecamere promesse emai arrivate saranno montate nei primi mesi del 2016 e sarà aumentato il numero dei controllori.

Queste le novità emerse in un incontro tra il sindacato ed i  vertici dell'azienda dei trasporti pubblici tenutosi in mattinata. "Si tratta comunque di promesse verbali -  sottolinea la Uiltrasporti, che alcuni giorni fa ha minacciato lo sciopero - la protesta si fermerà solo ed esclusivamente con delle carte alla mano e con delle date certe a cui fare riferimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere sui bus e collegamento con le forze dell'ordine in primavera

TrentoToday è in caricamento