rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Cavalese / località Passo Rolle

Velocità e targhe alterate: controlli dei carabinieri sui passi dolomitici

I Carabinieri di Cavalese sono impegnati da sabato scorso in controlli mirati: invasione di corsia, velocità (sui passi ci sono i 60 Km/h) e manomissione della targa, un reato che, a quanto pare, non è così infrequente. Un 50enne padovano è stato denunciato

Passi dolomitici ai 60 all'ora, in salita, ed in discesa. Non si sgarra: a presidiare i passi ci sono i carabinieri, particolarmente impegnati nel periodo estivo. Quelli di Cavalese, per esempio, stanno controllando da sabato scorso il passo Rolle, ed hanno elevato una ventina di contravenzioni, non solo per la velocità.

Le moto controllate sono state circa 250, 4 le pattuglie impegnate. Un cinquantenne è stato denunciato per non essersi fermato all'alt: i carabinieri lo hanno inseguito fino a San Martino di Castrozza.  Una volta fermato, l'uomo, 50enne padovano, è stato denunciato per uso di atto falso. La targa risultava infatti alterata sia nei numeri (diversi da quelli reali) sia nella leggibilità, poichè era stata coperta con un sottile strato catarifrangente.

Molte contravvenzioni riguardano il superamento della linea continua e qiundi l'invasione della corsia, ci sono poi il sorpasso in curva, e la guida pericolosa, ma la manomissione della targa sembra essere una delle infrazioni più frequenti. A questo proposito i carabinieri riscontrano un aumento delle targhe alterate o poco leggibili, spesso perchè troppo inclinate verso l'alto nelle moto sportive, basta un piccolo particolare come questo (l'inclinazione massima consentita dal CdS è di 30°) a far scattare la denuncia penale. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velocità e targhe alterate: controlli dei carabinieri sui passi dolomitici

TrentoToday è in caricamento