menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Folle inseguimento in tangenziale per uno specchietto: il "pirata" poi scende con una spranga

Follia sulla tangenziale di Trento, l'episodio è finito con l'arrivo delle volanti ed una denuncia per il 50enne della Val di Non, già noto per episodi simili

Folle vicenda quella narrata dalla Polizia Locale di Trento: un inseguimento tra automobilisti in tangenziale, per colpa di uno specchietto. La sventura è capitata ad un cinquantenne trentino che in tangenziale si è visto superare a tutta velocità da un'altra auto la quale, durante l'azzardato sorpasso, ha urtato lo specchietto mandandolo in frantumi. 

Il cinquantenne si è messo dunque all'inseguimento dell'auto "pirata" e, visto che questa non accennava a rallentare, l'ha affiancata verso la rotatoria del Bren Center per  costringerlla  a fermarsi. L'altro automobilista, anch'egli cinquantenne e residente in Val di Non, anzichè fermarsi ha ingranato la retromarcia per "speronare" il suo inseguitore e quindi fuggire. A quel punto il  malcapitato automobilista ha chiamato il 112, ma non ha desistito nell'inseguire il "pirata".

Alla fine è riuscito nuovamente ad affiancare il fuggitivo, "in linea con le Forze dell'Ordine" come si legge nel comunicato, ed a bloccargli la strada. L'altro automobilista, dopo essere sceso con fare minaccioso, si è addirittura spacciato per carabiniere, esibendo un tesserino falso. Ne è nato un alterco al quale l'uomo ha pensato bene di porre fine frantumando un finestrino laterale dell'altro veicolo con una spranga. 

Sul posto nel rattempo è arriivata una volante della Polizia di Stato, seguita da due pattuglie della Polizia Locale. "L'uomo è risultato non essere nuovo ad intemperanze di questo genere e veniva denunciato a piede libero dagli Agenti della Polizia Locale per danneggiamento volontario, minacce e false attestazioni sulle proprie qualità personali, oltre che per il rifiuto dell'accertamento della guida in stato di ebbrezza o sotto l'uso di sostanze stupefacenti. La patente di guida veniva ritirata ed il veicolo veniva rimosso e portato presso il deposito autorizzato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento