menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: test a tutti gli insegnanti e personale ausiliario, ecco come fare

Una campagna di screening che potrebbe virtualmente coinvolgere 10.000 persone che lavorano nel mondo della scuola. Solo il 40% dei medici, però, ha aderito alla prima chiamata

Inizia la campagna di screening in vista del ritorno a scuola: da lunedì 24 agosto si parte con i test rapidi al personale scolastico. Il personale docente e non docente delle scuole di ogni ordine e grado potrà, in maniera volontaria, contattare il proprio medico di base e prendere un appuntamento per il test rapido su sangue capillare. Se il medico di medicina generale non ha aderito alla campagna di screening (ha infatti aderito meno di un medico su due) o se non si ha un medico in Trentino, è possibile prenotare il test ai punti prelievo dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

I test verranno eseguiti dal 24 agosto al 7 settembre. Per chi prende servizio successivamente all’inizio dell’anno scolastico il test sarà effettuato prima dell’effettiva entrata in servizio. In caso di esito positivo del test rapido si procede con il tampone per verificare la possibile infezione in corso. In attesa del tampone e dell’esito si dovrà rimanere in isolamento. La campagna di screening, precisa la Provincia, è stata promossa dal Ministero della Salute.

Non solo scuola: il test è rivolto al personale docente e non docente dei nidi, delle scuola d’infanzia, di quelle primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private e degli istituti di istruzione e formazione professionali. L’adesione allo screening è volontaria. Il test rapido è gratuito e viene effettuato negli ambulatori dei medici di medicina generale che hanno aderito alla campagna di screening attraverso una piccola puntura del polpastrello con l’ago pungi dito.

Ai medici che hanno aderito (oltre il 40%) vengono consegnati i kit con i test e il materiale necessario a eseguire l’esame in totale sicurezza. Per chi non ha un medico in Trentino o se il medico non ha aderito alla campagna è possibile prenotare il test nei punti prelievo di Apss (Arco, Borgo, Cavalese, Cles, Mezzolombardo, Pergine, Pozza di Fassa, Rovereto, Tione, Tonadico, Trento Centro Servizi Sanitari e Trento Crosina Sartori).

La prenotazione del test, senza necessità di impegnativa, va fatta come per i prelievi del sangue tramite FastTreC (https://trec.trentinosalute.net/fast-trec) dal sito di Apss. È possibile prenotarsi da sabato 22 agosto. I test nei punti prelievo di Apss partiranno lunedì 24 e martedì 25 agosto al Centro per i Servizi Sanitari di Trento e da mercoledì 26 sarà possibile farli in tutti i punti prelievo del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento