Stranieri a dormire in cucina: sequestrato garni a Caldes

Al fine di trarne un ingiusto profitto avrebbero alloggiato cittadini privi di permesso di soggiorno in precarie condizioni ambientali ed igienico sanitarie (tra l'altro, pare trasformando in camera una cucina senza riscaldamento)

I carabinieri della stazione di Malè hanno sequestrato un “garnì” di Caldes gestito da una coppia del luogo. I militari, coordinati dal capitano Luca Lombardelli, sono intervenuti in esecuzione di una misura cautelare emessa dal gup di Trento Carlo Ancona su richiesta del pm Licia Scagliarini.L’eventuale condanna farebbe scattare la confisca dell’immobile.

Entrambi i coniugi sono indagati perché, in qualità di gestori e proprietari della struttura ricettiva, avrebbero alloggiato a titolo oneroso, al fine di trarne un ingiusto profitto, cittadini extracomunitari privi di permesso di soggiorno. Queste persone sarebbero state alloggiate in precarie condizioni ambientali ed igienico sanitarie (tra l’altro, pare trasformando in camera una cucina senza riscaldamento).
 
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento