Strada di Tovel chiusa, lago inaccessibile per il terzo inverno consecutivo

Nel 2016 fu una frana a chiudere la strada, l'anno scorso il ghiaccio, il rischio di asfalto ghiacciato ha portato alla chiusura anche quest'anno

Un altro inverno di isolamento per il Lago di Tovel: la strada è stata chiusa per pericolo ghiaccio. Il lago sarà inaccessibile alle auto fino ad aprile 2019.

C'è chi invoca n divieto perenne, e chi invece protesta per la chiusura invernale. Polemici soprattutto i ristoratori del lago, che in pratica quest'anno saranno costretti a chiudere. In particolare il ristorante Al Capriolo, recentemente riaperto dopo i lavori di ristrutturazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda la stagione estiva l'ente pubblico ha sopperito al divieto istituendo un servizio gratuito di navetta ogni 20 minuti. L'inverno però è tutta un'altra storia: la strada è fortemente esposta al rischio di formazioni di ghiaccio sull'asfalto. L'anno scorso la strada fu chiusa a metà dicembre e riaperta solo parzialmente a marzo. Nel 2016 rimase chiusa, anche ai pedoni, per una frana. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento