rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Andrea Pozzo

Stazione più funzionale e sicura, Gilmozzi: "Servono 4 milioni di euro, il progetto c'è"

In ballo, stando alle dichiarazioni dell'assessore, ci sarebbe un progetto di Centostazioni Spa. Tra le migliorie è prevista l'installazione di varchi elettronici

Per rendere più moderna e sicura la stazione di Trento servono 4 milioni di euro. A dirlo è l'assessore alle infrastruttue Italo Gilmozzi ripondendo ad un'interrogazione del consigliere Claudio Cia riguardo all'installazione di varchi elettronici per permettere l'accesso alla struttura solamente ai viaggiatori ed al personale. Il progetto c'è, ed è curato da Centostazioni Spa, la società partecipata di RFI, alla quale  il gruppo nazionale ha concesso la proprietà dell'edificio, che non è della Provincia.

Sempre sul versante sicurezza Gilmozzi riferisce che l'anno scorso la Polfer della Provincia di Trento ha assicurato  1.350 servizi di vigilanza in stazione e 409 scorte a treni viaggiatori, nonché pattuglie automontate lungo la linea ferroviaria. L'attività ha portato all'identificazione di 6.466 persone di cui 2.587 stranieri e all'arresto di una persona, mentre altre 43 sono state denunciate a piede libero.  Inoltre nel 2015 sono stati sequestrati 16 kg di hashish, 2,5 kg di eroina e 0,5 kg di cocaina.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione più funzionale e sicura, Gilmozzi: "Servono 4 milioni di euro, il progetto c'è"

TrentoToday è in caricamento