menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Università, il nuovo statuto non piace nemmeno ai dottorandi

Profili di disuguaglianza e di irragionevolezza fra studenti e dottorandi e fra ricercatori a tempo determinato e a tempo indeterminato. Questa la sostanza che contesta l'Adi di Trento nella stesura del nuovo statuto

Profili di disuguaglianza e di irragionevolezza fra studenti e dottorandi e fra ricercatori a tempo determinato e a tempo indeterminato. Questa la sostanza che contesta l'Adi (Associazione dottorandi e dottori di ricerca italiana) di Trento nella stesura del nuovo statuto dell'ateneo trentino.

"La versione finale del 2 marzo conferma queste criticita", sostiene il presidente dell'Adi locale, Alexander Schuster, in una lettera aperta al rettore e al presidente dell'Università di Trento Cipolletta in vista delle deliberazioni di lunedì 5 marzo per l'approvazione della proposta finale. 
 
"Lo statuto - conclude - si espone così al rischio di ricorsi in merito alla sua legittimità e aderenza ai principi dell'ordinamento universitario italiano". 
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento