Sassolungo: due escursionisti salvano uno stambecco impigliato nella recinzione

Disavventura a lieto fine per un giovane stambecco e due escursionisti che lo hanno liberato dalla rete per capre nella quale era rimasto impigliato

Hanno visto un animale sul crinale sopra di loro e, dopo aver capito che qualcosa non andava, hanno deciso di salire a dare un'occhiata. Si sono ben presto accorti che l'animale in difficoltà non era una capra, bensì un giovane stambecco, rimasto impigliato in una recinzione per capre.

Con un po' di coraggio sono riusciti ad immobilizzarlo poi hanno tagliato i filidi nylon che tenevano l'annimale prigioniero  per le corna, riconsegnandolo infine alla montagna. Avranno qualcosa da raccontare, una volta scesi a valle, i due escursionisti protagonisti di questa storia a lieto fine. Il tutto è avvenuto questa mattina nei pressi del rifugio Pertini in val di Fassa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La notizia è riportata dalla pagina facebook dell'associazione Rifugi del Trentino ed il video allegato  sta facendo il giro del web. La pagina riporta anche la testimonianza del gestore del rifugio che, appresa la storia, ha oferto da bere ai due. "Hanno fatto una bellissima cosa dimostrando amore per la montagna, i suoi animali e per chi qui ci lavora e ci vive. Con loro c'erano anche dei bambini e questa vicinanza con la natura se la ricorderanno per sempre" si legge nel post. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

  • Coronavirus: tutti i dati in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento