menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Rovereto, tre anni di ammonimenti, denunce e arresti non bastano: stalking colto in flagrante

Era già finito in carcere nel 2018 e nel 2019

È stato arrestato in flagranza di reato sabato 27 febbraio, alla mattina, dagli agenti della Squadra Volante del Commissariato di Polizia Stato di Rovereto, il cittadino pakistano di 42 anni accusato di atti persecutori nei confronti di una ragazza roveretana che lavora in un supermercato della città. La vicenda nasce ancora nel 2018, quando la giovane inizia ad essere avvicinata nel supermercato dove lavora dallo straniero il quale, proclamandosi perdutamente innamorato seppur la ragazza non gli avesse mai rivolto la parola, passa presto ad atteggiamenti molesti ed importuni.

Certi atteggiamenti denunciati hanno creato alla ragazza innumerevoli problemi sul luogo di lavoro, dove la stessa veniva praticamente sempre seguita nelle sue attività dall'uomo, ma presto diventano vere e proprie molestie che la portano a vivere in un continuo stato d’ansia e di vero e proprio timore per la presenza incessante dello stalker. Con i primi interventi svolti dalle Forze dell’Ordine è arrivato anche l’ammonimento orale da parte del Questore, a cui sono seguite denunce penali e ben due arresti per inottemperanza all’ammonimento e reclusione in carcere nel 2018 e nel 2019.

Data la condotta persistente, il Questore ha ritenuto di proporre anche una misura di prevenzione maggiormente incisiva volta ad una migliore tutela della vittima ed il Tribunale di Trento – Sezione Misure di Prevenzione applica la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con divieto di soggiorno nel comune di Rovereto.

Neppure tutte queste misure sembravano però scoraggiare lo straniero che, dopo un periodo trascorso nel capoluogo, si è ripresentato a febbraio del 2021 nuovamente davanti al supermercato per incontrare la giovane, ma nella mattinata di sabato 27 febbraio ha trovato la Squadra Volante della Polizia di Stato che in flagranza di reato ha arrestato l’uomo e lo ha portato nella casa circondariale di Spini di Gardolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento