Cronaca Località Spini di Gardolo

Spini, stato di agitazione per il personale di polizia penitenziaria

La struttura, lamentano le sigle sindacali, ospita 360 detenuti a fronte di un limite di 240 mentre il personale è fermo alle 130 unità, un numero ben lontano dai 214 agenti previsti. Il risultato sono ore su ore di straordinario e il timore di vedersi negati in futuri i riposi settimanali

Stato di agitazione per il personale di polizia penitenziaria in forza al carcere si Spini di Gardolo. La struttura, lamentano le sigle sindacali, ospita 360 detenuti a fronte di un limite di 240 mentre il personale è fermo alle 130 unità, un numero ben lontano dai 214 agenti previsti.

Il risultato sono ore su ore di straordinario e il timore di vedersi negati in futuri i riposi settimanali

Intanto la famiglia del 35enne di Rovereto che si era suicidato in carcere a metà dicembre dopo essere stato fermato con l'accusa di aver appiccato il fuoco ad un impianto di carburante a Rovereto, ha presentato una memoria alla procura di Trento, chiedendo giustizia.

Il giovane fin da subito aveva dato segni di squilibrio mentale.

Un'indagine dovrà chiarire se sia stato fatto il possibile per evitare il decesso, e perchè il giovane non sia stato trasferito, in attesa dellì'udienza prevista per il 7 febbraio, in una struttura protetta invece che in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spini, stato di agitazione per il personale di polizia penitenziaria

TrentoToday è in caricamento