Ancora multe per chi fa la spesa lontano da casa

Proseguono i controlli, e le sanzioni, da parte della Polizia Locale

Continuano le sanzioni a carico delle persone che non utilizzano il supermercato più vicino a casa. Lo comunica la Polizia Locale di Trento e del Monte Bondone,c he nelle ultime 24 ore ha multato altre 10 persone per inosservanza del Dpcm sull'emergenza coronavirus. Non si tratta, certo, solo di persone che "allungano" il percorso per riasparmiare sulla spesa recandosi nei grandi supermercati di periferia. C'è anche chi fa il furbo: la nota della Polizia Locale riporta il caso di un signore di Trento Sud sorpreso all'altro capo della città con uno scontrino di 6,26 euro: pane, vino ed affettati.

Il problema, però, è particolarmente sentito, almeno a giudicare dai commenti sui social network: per molti andare nel negozio di alimentari più vicino a casa significa inevitabilmente spendere di più, in particolare per chi vive nei sobborghi della collina. Su questo punto, però, la Polizia Locale è irreprensibile e chi viene beccato in un supermercato lontano da casa viene multato. La questione è stata sottoposta da un cittadino direttamente al sindaco Andreatta, che il martedì ed il giovedì dalle 9.30 alle 11.30 risponde ai cittadini su una linea diretta (il numero è 0461 884005). Non è solo una questione di prezzi: il negozio di alimentari vicino a casa, ha detto il cittadino, è spesso più piccolo, e quindi più affollato, rispetto ai grandi supermercati.

Il sindacato della Polizia di Stato, sulla scia delle tante lamentele da parte di chi viene fermato, chiede che sia il governatore Fugatti a fare chiarezza: la richiesta è che venga specificato, una volta per tutte, cosa si intende per "vicino a casa", sia per quanto riguarda la spesa che per l'attività motoria, ovviamente da svolgere singolarmente. Sempre a Trento, infatti, sono stati fermati e multati ciclisti e runner, ma anche un signore che passeggiava solitario nelle campagne tra Cognola e Martignano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

Torna su
TrentoToday è in caricamento