Gente senza mascherina, assembramenti e spaccio alla Portela: la rabbia dei residenti

Nel quartiere i divieti anti contagio vengono quotidianamente violati e gli abitanti sono esasperati dal crescente degrado

Repertorio

Persone senza mascherine, assembramenti e spaccio. È questa la realtà che i residenti della Portela sono costretti a vivere ogni giorno. Il quartiere, denunciano in molti, è abbandonato a se stesso e negli ultimi mesi il degrado è ancora più forte.

I cittadini, esasperati, hanno dato sfogo alla propria esasperazione sui social descrivendo il rione come un ghetto pieno di persone totalmente incuranti delle norme contro il contagio da Covid-19, sia per quanto riguarda l'obbligo di indossare dispositivi di protezione individuale che per quello di mantenere una distanza.

"Lasciare fare, spacciare, rubare, molestare, sporcare? - scrive un cittadino in un gruppo Facebook della zona -. Nel pieno centro storico di una città come Trento è accettabile tutto questo? Durante il lockdown tutta questa gente ha continuato a fare i suoi affari indisturbata e immagino che non si tratti di gente che vive nell’arco di 200 metri... Cosa possiamo fare? Io non posso continuare a subire una situazione così... Non posso rassegnarmi ad andarmene per vivere in pace perché questo è il mio quartiere, questa è la mia casa. Scusate lo sfogo, ma l’esasperazione è tanta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

Torna su
TrentoToday è in caricamento