Spaccio ai giardini S. Chiara: denunciato un 19enne, notato da un poliziotto non in servizio

E' stato notato da un poliziotto di Venezia, in libera uscita a Trento con la famiglia, il 19enne cittadino tunisino senza fissa dimora Trento, risultato già noto alle forze dell'ordine per una piccola rapina. Nelle sue tasche 250 euro in contanti di piccolo taglio, l'hashish è stato invece ritrovato addosso a due studenti 20enni, acquistato poco prima

Spaccio ai giardini Santa Chiara. Nel parco cittadino ieri sono intervenute le gazzelle dei carabinieri, dal vicino comando di via Barbacovi, per controllare un 19enne cittadino tunisino residente in Trentino, risultato poi in possesso di 250 euro in banconote di piccolo taglio. Dalle informazioni divulgate dai carabinieri non risulta che il ragazzo avesse con sè lo stupefacente al momento della perquisizione ma era stato notato poco prima da un agente di polizia non in servizio. Il poliziotto, in forza alla Questura di Venezia e in libera uscita a Trento con la famiglia, vedendo un via-vai sospetto presso la panchina dove era seduto il tunisino, ha chiamato i rinforzi.

La Questura di Trento ha passato la chiamata ai Carabinieri, più vicini al parco. Alla vista dei militari il 19enne ha tentato la fuga ma è stato preso e controllato. Nelle sue tasche è stato trovato il contante descritto sopra mentre altri due 20enni, identificati e segnalati, sono stati trovati con piccole dosi di hashish. Con tutta probabilità la sostanza era stata acquistata poco prima dal tunisino, questa l'ipotesi dei Carabinieri. Il ragazzo è già noto alle forze dell'ordine come autore di una rapina nel 2012, quando era ancora minorenne. E' stato denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Ragazza aggrappata al parapetto, in piedi in mezzo al ponte Mostizzolo: il salvataggio

  • "Addio Betta, un esempio per tutti noi": soccorritrice stroncata dalla malattia

Torna su
TrentoToday è in caricamento