Cronaca

Viveva di indennità Inps ma con 53mila euro sotto al materasso e 1 kg di cocaina da immettere nel mercato: finanzieri arrestano due persone

La cocaina, destinata alle piazze di spaccio trentine, che avrebbe consentito di preparare oltre mille dosi per un valore sul mercato illecito di oltre seicentomila euro, è stata sequestrata e i due soggetti coinvolti sono stati immediatamente arrestati e portati all’interno della casa circondariale di Spini di Gardolo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

Viveva di indennità, eppure conduceva uno stile di vita tutt’altro che umile. Tanto è bastato per far insospettire i militari della Guardia di Finanza di Trenton che, ancora una volta, hanno fermato un traffico di droga a Trento, sequestrando a inizio giugno oltre mille grammi di cocaina pura e 53mila euro in contanti. Due le persone collegate all’operazione e arrestate per detenzione di droga ai fini di spaccio: un cittadino albanese ed una cittadina macedone.

Era da un po' di tempo che i finanzieri della Compagnia di Trento avevano posto l’attenzione su un cittadino albanese, M.B., residente a Trento, di anni 35, che sebbene vivesse ufficialmente con le indennità erogate dall’Inps negli ultimi 3 anni, conduceva uno stile di vita ritenuto alquanto agiato. Supposizioni fatte guardando agli acquisti fatti dal 35enne nei negozi per contanti.

Nel pomeriggio di martedì 1° giugno i militari hanno pedinato l’uomo fino a un distributore di benzina. Qui il 35enne ha incontrato G.K., una cittadina macedone di 24 anni e residente a Trento, arrivata in auto e che, dopo un veloce saluto, gli ha consegnato una borsa.

I finanzieri sono intervenuti immediatamente, fermando i due giovani. Dopo la formale richiesta di documenti, i militari hanno fatto entrare in azione Apiol, Gabriel e Nabuco, i cani antidroga in forza alle Fiamme Gialle del Trentino, che da subito hanno mostrato particolare attenzione alla borsa consegnata. Al suo interno è stato trovato infatti un panetto di cocaina purissima del peso di 1 kg circa.

L’attività dei finanzieri si è estesa all’appartamento del cittadino albanese, a Trento, dove è stata effettuata un’approfondita perquisizione e, ben nascosti sotto il materasso del letto, sono stati trovati circa 53mila euro in contanti, già impacchettati e destinati all’acquisto della partita di stupefacente. Inoltre, in un piccolo ripostiglio, c’erano una pressa e materiale vario necessari al confezionamento dei panetti di droga.  A casa della ragazza, invece, non è stato trovato alcunché.

La cocaina, destinata alle piazze di spaccio trentine, che avrebbe consentito di preparare oltre mille dosi per un valore sul mercato illecito di oltre seicentomila euro, è stata sequestrata e i due soggetti coinvolti sono stati immediatamente arrestati e portati all’interno della casa circondariale di Spini di Gardolo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Con quest’ultima operazione, in questa prima parte di anno, la Compagnia di Trento ha sequestrato oltre 4 chilogrammi di cocaina, arrestando dieci persone coinvolte nell’illecito traffico e sequestrato circa 100mila euro in contanti, provento dello spaccio, a dimostrazione di quanto il presidio delle Fiamme Gialle sul territorio sia un forte segnale di deterrenza e repressione nei confronti della criminalità in genere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viveva di indennità Inps ma con 53mila euro sotto al materasso e 1 kg di cocaina da immettere nel mercato: finanzieri arrestano due persone

TrentoToday è in caricamento