Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Economia, aiuti per famiglie con minori: aperte le domande

Caf e Patronato Acli sono a disposizione per il calcolo dell’Isee, dell’Ief e per la presentazione delle domande 

Per le famiglie con figli minorenni è arrivato il momento di verificare la possibilità di accedere alle misure a sostegno del reddito in partenza da luglio e di aggiornare il proprio indicatore ICEF per richiedere le agevolazioni collegate.  

In attesa dell’entrata in vigore dell’Assegno Unico nazionale per i figli minori a carico, prevista per gennaio 2022, i lavoratori dipendenti possono continuare a percepire l’Assegno al Nucleo Familiare dell’Inps, almeno per tutto il 2021. Gli importi stabiliti dall’Inps, e validi a partire dal 1° luglio, sono stati maggiorati di 37,50 euro per ciascun figlio minore nei nuclei familiari fino a due figli e di 55 euro per ciascun figlio nei nuclei con almeno tre figli minori. La domanda per l’Anf va fatta ogni anno ed è possibile richiedere gli assegni arretrati fino a 5 anni.    

Per quelle famiglie, invece, che non hanno diritto all’Anf - principalmente professionisti, incapienti e disoccupati - è stato introdotto l’Assegno unico “misura ponte”, per il periodo 1° luglio – 31 dicembre 2021. In questo caso, i nuclei familiari che non sono già in possesso di un ISEE 2021 in corso di validità, devono provvedere a calcolarlo, poiché si può accedere a questa misura soltanto con un Isee inferiore a 50mila euro. L’ammontare dell’Assegno varia a seconda della fascia economica in cui rientra il nucleo richiedente, attestata dall’ISEE, e del numero di figli minori a carico. 

Da luglio, infine, bisogna aggiornare i dati dell’Icef per accedere alle agevolazioni pubbliche previste in provincia di Trento. “In particolare per le famiglie con figli - dichiara Morena Facchini dei Servizi Acli trentine - questo è un periodo cruciale perché con l’indicatore ICEF aggiornato possono richiedere la tariffa ridotta sulla mensa scolastica o sull’iscrizione ad asili nido/Tagesmutter convenzionati con i Comuni, nonché i Buoni di Servizio. Discorso diverso, invece, per il trasporto scolastico: quest’anno non sarà necessario calcolare l’ICEF per ottenere una tariffa agevolata perché è stata definita una tariffa unica di libera circolazione di 20 euro, valida per tutti gli studenti. CAF e Patronato ACLI sono a disposizione per il calcolo dell’ISEE, dell’ICEF e per la presentazione delle domande”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Economia, aiuti per famiglie con minori: aperte le domande

TrentoToday è in caricamento