rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via del Brennero

Sospensione di Schengen al Brennero, Kompatscher: "Inaccettabile". Fugatti: "Chiudiamo i confini"

"Inaccettabile per ciò che il Brennero rappresenta per gli altoatesino, si rinforzino piuttosto i controlli al confine sloveno" ha dichiarato il presidente della provincia di Bolzano

"E' assolutamente inaccettabile mettere in discussione il principio della libertà di movimento dei cittadini europei sancito dal trattato di Schengen, soprattutto per ciò che significa il confine del Brennero per noi sudtirolesi". La dichiarazione del presidente della Provincia autonoma di Bolzano Arno Kompatscher, ripresa dall'Ansa, riguarda l'annnuncio da parte dell'Austria di voler rafforzare i controlli al passo del Brennero, in funzione antiterroristica ma con ovvie ricadute sull'immigrazione, sospendendo temporaneamente le norme del trattato di Schengen. In realtà il punto "caldo" è il confine sloveno, dove il governatore ha auspicato che lo Stato italiano "valuti di effettuare maggiori controlli".

Il "blocco" del Brennero ha provocato naturalmente le reazioni della Lega Nord trentina, il cui segretario  provinciale Maurizio Fugatti, che sottolina "il forte rischio di una situazione fuori controllo al confine del Brennero che si ripercuoterà sulle città di Trento e di Bolzano. Gli errori del Governo Renzi non li devono pagare Trento e Bolzano. Rossi e Kompatscher quindi dicano chiaramente che qui non c'è più posto, che la situazione sta diventando insostenibile, e che anche le frontiere della nostra Regione devono essere chiuse".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospensione di Schengen al Brennero, Kompatscher: "Inaccettabile". Fugatti: "Chiudiamo i confini"

TrentoToday è in caricamento