L'Adamello restituisce altri due corpi di soldati della Grande Guerra

Dopo il ritrovamento di un soldato italiano a cima Cavento ieri un'altra segnalazione da parte di un'escursionista ha permesso di ritrovare le salme di due soldati, probabilmente austriaci

L'Adamello restituisce altri corpi custoditi dal ghiacciaio per un secolo: a poche settimane dal ritrovamento di un caduto italiano a cima Cavento ieri le guide alpine, insieme ai carabinieri di Carisolo ed al personale del museo Pejo 1914-1918 sono saliti a quota 2910 metri sul Crozzon del Lares per ricomporre e riportare a valle altre due salme, risalenti alla Prima Guerra Mondiale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La spedizione, che si è avvalsa dell'intervento del Nucleo elicotteri provinciale, è partita dopo la segnalazione di un turista bresciano, Massimo Chizzoni, che al ritorno da un'escursione ha avvertito i carabinieri. In questo caso le salme sono completamente scheletrizzate, ma ad una prima analisi potrebbe trattarsi di due soldati dell'esercito austro-ungarico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento