rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Soccorso alpino / Alto Garda e Ledro

Un'escursionista scivola e l'altra viene colpita da un sasso in testa: doppio intervento

Mattinata intensa per i soccorritori

Doppio intervento per il Soccorso alpino nella zona dell'alto Garda, lunedì 10 ottobre, uno sul monte Varino per un'escursionista scivolata e lungo la via Franceschini sulla Cima alle Coste per una scalatrice colpita da un sasso. 

La prima chiamata al Nue (Numero unico per le emergenze) 112 è arrivata intorno alle 11.40 di lunedì, la centrale unica è stata allertata per un'escursionista di Dro del 1976 scivolata in un canale per un paio di metri, finendo addosso a una pianta in una posizione precaria, sopra a un salto di roccia. La donna, in compagnia di un'altra persona, stava percorrendo il sentiero 667 della Maestra, un facile itinerario che percorre la dorsale del monte Varino tra Dro e Braila in Valle del Sarca, quando a una quota di circa 400 mslm ha lasciato il sentiero per seguire una traccia più esposta che porta alla falesia Grottosauro. La donna è ruzzolata in un canale per un paio di metri e nell'impatto con una pianta si è infortunata a un polso.

La centrale unica per le emergenze, con il coordinatore dell'area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino e speleologico, ha chiesto l'intervento dell'elicottero, mentre gli operatori della stazione di Riva del Garda raggiungevano il luogo dell'incidente via terra. Dopo una breve ricerca, i due escursionisti sono stati individuati dall'alto. Il tecnico di elisoccorso e l'equipe sanitaria sono stati verricellati sul posto. Con il supporto di quattro soccorritori della stazione di Riva del Garda, l'infortunata è stata stabilizzata e messa in sicurezza. Successivamente, è stata calata per alcuni metri in una zona dove fosse più agevole il recupero a bordo dell'elicottero con il verricello e trasferita a Dro, dove è stata affidata all'ambulanza. Il compagno di escursione è stato accompagnato a valle dagli operatori della Stazione di Riva del Garda. 

Il secondo intervento è avvenuto lungo la via Franceschini sulla Cima alle Coste (Dro, Valle del Sarca), dove una scalatrice tedesca del 1985 è stata colpita alla testa e alla spalla da un sasso mentre stava affrontando il quinto tiro della via, perdendo temporaneamente conoscenza. Il compagno di cordata ha dato l'allarme al Nue 112 poco prima delle 13.

La centrale unica per le emergenze, con il coordinatore dell'area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino e speleologico, ha chiesto l'intervento dell'elicottero che ha imbarcato a bordo un operatore della stazione di Riva del Garda. Dopo aver individuato l'infortunata e il compagno in sosta in parete, tecnico di elisoccorso e soccorritore sono stati verricellati sul posto, insieme all'equipe sanitaria. Una volta stabilizzata l'infortunata, la cordata è stata spostata di circa 10 metri con corda fissa su una cengia fino ad un luogo idoneo per il recupero a bordo dell'elicottero con il verricello. In seguito, la donna è stata trasferita all'ospedale di Rovereto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'escursionista scivola e l'altra viene colpita da un sasso in testa: doppio intervento

TrentoToday è in caricamento