Cronaca Commezzadura

Biker infortunati e alpinisti incastrati, giornata di superlavoro per il soccorso alpino

Elicottero in volo per soccorrere turisti ed escursionisti. In due finiscono al Santa Chiara

Interventi in serie per il soccorso alpino nella giornata di sabato 4 settembre. Il ferito più grave è un biker di 32 anni originario del comune di Bondone che è stato soccorso dopo essere caduto dalla sua mountain bike mentre stava scendendo lungo la strada forestale a valle del rifugio Solander (nel territorio di Commezzadura, in Val di Sole). Nella caduta l'uomo si è infortunato ad un arto superiore e si è procurato botte ed escoriazioni. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata intorno alle 14. 
Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino occidentale, ha chiesto l'intervento degli operatori della Stazione Val di Sole, che hanno raggiunto l'infortunato con i mezzi e gli hanno prestato le prime cure mediche. Considerata la dinamica dell'incidente, è stato fatto intervenire anche l'elicottero, atterrato nelle vicinanze. Dopo essere stato preso in carico dall'equipe sanitaria dell'elisoccorso, l'infortunato è stato imbarellato e trasportato fino all'elicottero per il trasferimento all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Intorno alle 14 la Centrale Unica Emergenza è stata allertata per un biker polacco del 1980 che ha riportato un possibile trauma cranico in seguito a una caduta lungo la pista Hustle & Flow del Paganella Bike Park. Sul posto la Guardia attiva di turno a Fai della Paganella, gli operatori della Stazione Fai della Paganella e l'elisoccorso. Il biker, dopo essere stato visitato dall'equipe sanitaria, è stato trasportato con il mezzo fuoristrada allestito per il trasporto degli infortunati fino all'elicottero, atterrato non lontano, e trasferito all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Nel corso della giornata, altri tre biker sono stati soccorsi sulle piste del Paganella Bike Park: il primo intorno alle 10 sulla pista Hustle & Flow per un possibile trauma ad un arto superiore, il secondo biker verso le 12.25 lungo la pista Peter Pan infortunatosi a un fianco e il terzo intorno alle 15.30 sulla pista Willy Wonka infortunatosi a un polso. In tutti e tre i casi, gli infortunati sono stati soccorsi dalla Guardia attiva del Soccorso Alpino di turno a Fai della Paganella e affidati all'ambulanza.

Intorno alle 15.10 una cordata di due alpiniste altoatesine del 1966 e de 1964 hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 perché incrodate sulla Prima Torre del Sella. Le due stavano rientrando dalla via dei Camini quando le corde doppie si sono incastrate impedendo loro di proseguire. Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino settentrionale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero che è salito in quota. Dopo aver individuato la cordata, il Tecnico di Elisoccorso è stato verricellato in parete ed ha recuperato prima le due alpiniste e poi, con un ulteriore verricello, le corde incastrate. Le due donne, illese, sono state elitrasportate fino al Passo Sella. A supporto dell'elisoccorso gli operatori della Stazione Alta Fassa, pronti in piazzola per dare supporto all'equipaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biker infortunati e alpinisti incastrati, giornata di superlavoro per il soccorso alpino

TrentoToday è in caricamento