Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Giornata di superlavoro per il soccorso alpino nei bike park del Trentino

Tanti interventi con l'elisoccorso per cadute dalla mountain bike. Il più grave è un ragazzo di 16 anni

Un ragazzo di 16 anni è rimasto ferito dopo una caduta dalla sua mountain bike. Il giovane, originario di Lovere in provincia di Bergamo, si è infortunato durante una discesa sulla pista di downhill nel bike park di Ponte di Legno-Tonale, nella zona di Valbiolo in Val di Sole. Secondo la ricostruzione, sarebbe caduto a terra dopo un salto, riportando possibili politraumi. 

L'accaduto nel primo pomeriggio di domenica, con la chiamata al Nue 112 (Numero unico per le emergenze) arrivata intorno alle 15:25. Sul posto è stato necessario l'intervento dell'elicottero con l'equipe medica, insieme agli uomini del soccorso alpino della stazione di Vermiglio. Il 16enne è stato immobilizzato, imbarellato ed elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Si tratta dell'incidente più grave tra quelli di domenica, giornata di superlavoro per i soccorritori impegnati sui bike park della provincia. Tanti infatti gli interventi necessari per soccorrere biker, ma per lo più senza conseguenze serie. 

Poco prima delle 12 la Centrale Unica Emergenza è stata allertata per un biker di Trigolo (Cremona) del 1999, infortunatosi ad un arto superiore sulla pista Willy Wonka del Paganella bike park a una quota di circa 1.600 metri. Sul posto la Guardia attiva del Soccorso alpino e speleologico di turno a Fai della Paganella e l'elicottero. L'infortunato è stato stabilizzato, imbarellato e trasportato fino al punto dell'imbarco, per poi essere trasferito all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Intorno alle 13.30 e alle 14.20 altri due infortuni sulla pista Willy Wonka del Paganella bike park. Nel primo caso, il biker è stato raggiunto a una quota di circa 1.300 metri dalla Guardia attiva e consegnato all'ambulanza in località Rindole. Nel secondo caso, un biker di Pederobba (Treviso) del 1989, infortunatosi nella parte finale della pista a una quota di circa 1.200 metri, è stato soccorso dalla Guardia attiva di Fai della Paganella. Considerati i dolori a schiena e torace accusati dall'infortunato, è stato chiesto l'intervento dell'elicottero, che è atterrato poco lontano ed ha poi trasferito il biker all'ospedale Santa Chiara di Trento. 

Infine, poco dopo le 14.30 la Centrale Unica Emergenza è stata allertata per un biker del 1990 di Padova con un possibile trauma cranico a causa di una caduta dalla mountain bike nei pressi di Malga Campo (Luserna). Un operatore della Stazione Altipiani del Soccorso alpino e speleologico ha raggiunto l'infortunato e lo ha accompagnato fino a Luserna, dove è stato consegnato all'ambulanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata di superlavoro per il soccorso alpino nei bike park del Trentino

TrentoToday è in caricamento