menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Smith International vuole dimezzare il personale

La multinazionale americana Smith International, intende ridurre di quasi la metà il personale. Trenta i lavoratori, tra operai e impiegati, a rischio licenziamento

La multinazionale americana Smith International con sede a Scurelle, in Valsugana, azienda che produce punte per trivellazione, intende ridurre di quasi la metà il personale. Trenta i lavoratori, tra operai e impiegati, a rischio licenziamento.

"La decisione dell'azienda – spiega Roberto Grasselli, segretario generale della Fiom Cgil del Trentino – è inaccettabile soprattutto perché i lavoratori avevano già dato massima disponibilità all'azienda a ridursi l'orario di lavoro attraverso l'utilizzo diffuso del part-time per evitare i licenziamenti. L'azienda invece ha rifiutato di seguire questa strada ed ha confermato la volontà di aprire una procedura di mobilità".

Quattro anni fa lo stabilimento Smith in Valsugana aveva affrontato un'altra grave crisi di mercato. Allora era stata paventata la completa cessazione dell'attività della fabbrica di Scurelle. La chiusura fu scongiurata grazie all'intervento del sindacato che firmò con l'azienda un accordo per la cassa integrazione straordinaria. Domattina alle 11 il vertice in Provincia con l'assessore Olivi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento