Mamma e figlia morte dopo la caduta in slittino: indagato il papà

Una tragedia che ora ha dato esito anche a drammatici risvolti giudiziari. Per la Procura di Bolzano potrebbe essere omicidio colposo

Prosegue il lavoro della Procura di Bolzano sulla tragedia del Renon, il carosello sciistico sopra la città, dove il 4 gennaio scorso una bambina di 8 anni perse la vita per una caduta in slittino. Dopo un mese e mezzo in ospedale morì anche la madre, che si trovava insieme a lei sulla slitta.

Una tragedia che ha anche dei drammatici risvolti giudiziari: il padre della piccola Emily sarebbe ora indagato per l'episodio. Secondo le prime informazioni trapelate sulla stampa locale per la Procura ci sono gli estremi per ipotizzare il reato di omicidio colposo.

L'uomo le seguiva sulla pista quando le due hanno imboccato con lo slittino un tracciato riservato ai soli sciatori. Un errore rivelatosi fatale poco dopo quando lo slittino, finito fuori pista, andò a schiantarsi contro un albero. Solamente in seguito il cartello che segnalava il divieto di percorrere la pista nera in slittino fu riscritto, anche in italiano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

  • Il treno Bolzano-Milano è realtà: Frecciarossa dal 15 dicembre

  • Il Rifugio Altissimo si trasforma in una statua di ghiaccio: le immagini impressionanti

  • Trento di nuovo prima per qualità della vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento