rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Oltrefersina / Via al Desert

Skatepark: approvato il progetto dei ragazzi

Il progetto è tra i tre approvati all'interno della piattaforma Trento Futura. I modi per prendersi cura dei beni comuni sono molti, da "Adotta un'aiuola" a "Noi siamo Trento"

Saranno i diretti interessati a prendersi cura dello skate park di via al Desert, e parteciperanno alla co-progettazione del ripristino di alcune strutture. E' stato approvato ilprogetto presentato dal gruppo infoormale Fat.One, la crew di bikers e skaters che da anni freqentano il parco e che hanno presentato un progetto di riqualificazione delle strutture attraverso la piattaforma web "Trento Futura". Il progetto è una delle tre proposte (e forse è anche la più impegnativa) avanzate dalla cittadinanza ed approvate dal Comune.

Oltre al progetto per lo skatepark sono stati appprovati anche il rilancio del punto lettura  di Madonna bianca a cura del Tavolo Torri, e la realizzazione di un orto didattico nei giardini del Fersina da parte degli alunni delle scuole medie Bronzetti-Segantini. Un altro modo per prendersi cura dei beni comuni è l'iniziativa "Al mio quartiere ci penso anch'io" che ha visto concretizzarsi nel corso del 2015 quattro idee partite dai cittadini: il gruppo PuliAmo Spini per la pulizia dell'omonimo quartiere, l'Associazione Alpini per vicolo Benasutti, la Civica 4 Contrade per Sardagna, ed un privato cittadino, Ilario Battisti, che si è offerto volontario per la zona delle Laste. A gennaio sono arrivate altre 3 pproposte: oltre alla già citata associazione PuliAmo Spini, ci sono anche "Il Gruppo" di Roncafort  ed un altro privato, Luca Pontaalti, per la zona di Montevaccino. La collaborazione prevede che tutto il materiale per ripulire una certa zona siia messo a disposizione da Dolomiti Energia. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Skatepark: approvato il progetto dei ragazzi

TrentoToday è in caricamento