rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cgil, Cisl e Uil

Famiglia: basta misure a spot, è l’ora di interventi strutturali

I sindacati intervengono sul tema nei giorni in cui si svolge l’11esima edizione del festival

“La famiglia ha bisogno di interventi strutturali, non di misure spot che cambiano anno dopo anno. Una consapevolezza che diventa urgenza di fronte agli effetti del caro vita e dell’inflazione in costante aumento. Fattori che peggiorano il quadro di incertezza in cui vivono coppie e famiglie anche trentine”.

A dirlo sono le sezioni trentine di Cgil, Cisl e Uil in concomitanza con l’inizio dell’undicesima edizione del Festival della Famiglia a Trento.

I temi urgenti su cui le sigle vogliono che si ponga l’attenzione sono l’assegno unico, uno strumento ancora valido di sostegno alle famiglie, ma che rischia di essere depotenziato dall’incalzante aumento dei prezzi, con la necessità di un meccanismo di indicizzazione dell’assegno unico al reale tasso di inflazione, e la natalità.

Per Cgil, Cisl e Uil servono misure che incentivino il miglioramento delle condizioni retributive e una riduzione della precarietà lavorativa, a maggior ragione se si considera che in Trentino un quarto della popolazione lavorativa ha un contratto a termine.

“Servono maggiori risorse e serve recuperare lo spirito originario dell’Agenzia della famiglia, oggi dell’Inclusione sociale, che è stata un’intuizione importante ma che va innovata non solo per dare organicità agli interventi per la famiglia, ma per renderli più efficaci e maggiormente rispondenti alla situazione socio-economica più difficile in cui versa il territorio” concludono i sindacati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Famiglia: basta misure a spot, è l’ora di interventi strutturali

TrentoToday è in caricamento