Fucile con silenziatore fatto in casa: cacciatore arrestato dalla Forestale

Azione antibracconaggio mirata a Segno, in Val di Non, dove la Guardia Forestale, dopo vari appostamenti, si è presentata alla porta di un cacciatore della zona arrestandolo per detenzione di armi illegali

Un silenziatore fatto in casa artigianalmente ma comunque molto efficace, oltre che, natralmente, vietato. E' quanto hanno trovato gli uomini della forestale in casa di un cacciatore di Segno, in Val di Non. La perquisizione mirata è stata effettuata grazie ad informazioni raccolte sul posto. L'uomo è stato denunciato per detenzione di arma clandestina, reato che va oltre le norme sulla caccia, sebbene l'arma fosse stata modificata con evidenti finalità venatorie. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dopo vari appostamenti - scrivono in una nota gli agenti della Stazione Forestale di Predaia - raggiunta la certezza che l'uomo stesse mettendo a punto un'arma che poteva essere usata per cacciare la fauna selvatica, hanno perquisito la sua abitazione. L'uomo, vistosi alle strette, ha consegnato l'arma, che è risultata munita di un grosso silenziatore, costruito artigianalmente ma di elevata efficienza. Avvisato il Procuratore presso il Tribunale di Trento, gli agenti, dopo aver portato l'indagato negli uffici della Stazione per la redazione degli atti, hanno proseguito verso il Tribunale di Trento dove l'uomo è stato processato per direttissima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento