rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Indagine sulla sicurezza a Trento: ad ottobre i questionari per 4000 cittadini

Dal 1 ottobre partiranno le lettere per invitare i cittadini a partecipare al progetto, rispondendo ad un questionario semestrale fino al 2015. L'obiettivo della ricerca di Università, FBK, Questura e Comune è quello di studiare la sicurezza reale e quella percepita

Un questionario via internet per raccogliere dati e fare il punto della situazione sulla sicurezza a Trento, per capire la realtà del fenomeno e la sua percezione da parte dei cittadini. E' l'obiettivo del progetto E-secuirity coordinato dal gruppo di ricerca E-crime della Facoltà di Giurisprudenza assieme alla Questura di Trento, al centro ICT della Fondazione Kessler ed al Comune. Il progetto partirà ad ottobre, raccogliendo le informazioni via mail da parte dei cittadini. L'invio e la raccolta dei questionari verrà effettuata con cadenza semestrale fino a marzo 2015 su un campione di 4.000 residenti estratti casualmente dall'anagrafe.

Dal primo ottobre quindi saranno spedite delle lettere all'indirizzo dei sorteggiati, che verranno invitati a partecipare al progetto fino al 2015, con l'intento quindi di studiare anche l'evoluzione del fenomeno nel periodo di tempo. Il software usato per ricavare e gestire le informazioni contenute nelle risposte è uno dei più avanzati al mondo: "sia il questionario interattivo sia il database implementati da FBK per le indagini di vittimizzazione hanno la caratteristica di poter inserire con facilità luoghi e tempi, collegando in modo integrato e georiferito, in forma anonima, anche altre informazioni socio-demografiche e ambientali, le rilevazioni del disordine urbano effettuate via tablet dalla polizia e i reati denunciati alle forze dell'ordine. Questo insieme di dati è alla base della piattaforma informatica per la sicurezza urbana predittiva a Trento" spiega Cesare Furlanello, responsabile dell'area Modelli predittivi della Fondazione Bruno Kessler "si tratta di strumenti innovativi e complessi, che crediamo sia importante iniziare ad applicare in un settore di grande rilevanza etica come la sicurezza urbana".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagine sulla sicurezza a Trento: ad ottobre i questionari per 4000 cittadini

TrentoToday è in caricamento