menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto: Andreas Tamanin

foto: Andreas Tamanin

Siccità, 30% di acqua in meno rispetto alla media storica

Nelle sorgenti manca un terzo dell'acqua mediamente presente in estate, la neve si considera irrilevante per i deflussi. Ordinanze per il risparmio idrico in 15 comuni

Una carenza di precipitazioni e di portate dell'ordine del 30% rispetto ai valori medi storici, la portata dll'Adige è inferiore del 26% rispetto alla  media storica, quella dell'Avisio del 37%. Sono questi alcuni dati che la Provincia ha diffuso ieri riguardo alla situazione idrologica in Trentino. Quindici Comuni hanno già emesso ordinanze specifiche per il risparmio d'acqua ma, si specifica nella nota, al momento non è ancora stato necessario portare rifornimenti d'acqua attraverso le autobotti dei Vigili del Fuoco. Alla siccità primaverile si somma  la carenza di precipitazioni dell'inverno: al momento, i spiegga nel comunicato, la neve è presente solo a quote superiori ai 2700 metri e può considerarsi pertanto ininfluente ai fini dei deflussi. L'analisi della situazione idrologica effettuata dal Servizio Prevenzione Rischi si completa con i dati relativi al lago di Garda, il cui livello è pari a 68 cm, 36 cm al di sotto del valore medio, e all'invaso di Santa Giustina che ha accumulato un volume di circa 94 milioni di mc, registrando un valore del 24% sotto la media storica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento