menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Siccità, "stato di calamità" anche per il Trentino

Il ministro Martina potrebbe sbloccare a breve il Fondo di solidarietà nazionale anche per la provincia di Trento, non per quella di Bolzano, insieme ad altre 10 regioni

Potrebbe esserci anche la Provincia di Trento tra i territori che potranno attingere al Fondo di solidarietà nazionale per la siccità in corso dalla primavera scorsa. Lo rende noto il Ministero delle Politiche Agricole, che segue l'evoluzione della situazione. 

"Siamo pronti a rispondere con tempestività - ha detto il Ministro Martina - assicurando l'attivazione degli strumenti del Fondo di solidarietà nazionale, che voglio ricordare attiva la sospensione dei mutui e il pagamento dei contributi assistenziali e previdenziali a carico delle imprese agricole danneggiate. Con il decreto Mezzogiorno approvato ieri abbiamo esteso l'operatività del Fondo di solidarietà anche alle aziende colpite che avrebbero potuto sottoscrivere assicurazioni ma non l'hanno fatto, proprio tenendo conto dell'eccezionalità del fenomeno siccitoso".

Nel provvedimento rientrerebbe, come detto, il Trentino ma non l'Alto Adige, dove pure la situazione critica ha spinto il governatore Arno Kompatschher ad aprire le risorse idriche provinciali ai contadini. Le altre regioni che hanno avanzato la richiesta di stato di calamità sono Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Marche, Lazio, Molise, Puglia, Sicilia, Sardegna e Calabria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento