Serodoli: la questione arriva in Parlamento

Il deputato cinque stelle Fraccaro ha depositato un'interrogazione in cui chiede ai ministeri dell'ambiente e degli affari regionali, oltre che al presidente Renzi, di intervenire in difesa del sito, tutelato da normative comunitarie ed inserito nel Parco Adamello Brenta, in cui è prevista la realizzazione di nuovi impianti sciistici

foto: Luca Facchini

Il caso di Serodoli, la zona dove è previsto un ampliamento delle piste da sci nel bel mezzo del Parco Adamello Brenta, approda in Parlamento: il deputato cinque stelle trentino Riccardo  Fraccaro ha depositato un'interrogazione parlamentare rivolta alla presidenza del Consiglio, al Ministero per gli Affari Regionali ed a quello dell'Ambiente per chiedere che intervengano a difesa dell'area di Serodoli, Val Nambino e lago Gelato

"L’area è protetta dalle normative dell’Unione Europea sulle risorse idriche ed è stata classificata come sito di interesse comunitario oltre che zona di protezione speciale per diverse specie animali" ribadisce Fraccaro "Il Trentino ha le caratteristiche per seguire un percorso di sviluppo turistico diverso, che punti alla straordinaria qualità del territorio e non alla distruzione dello stesso per soddisfare interessi speculativi nel breve termine".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento