Sgomberata una casa di senza dimora a Piedicastello, ma l'emergenza freddo sta arrivando

Il coronavirus rischia, per la seconda volta, di far esplodere una situazione che a Trento si registra ormai da anni: circa 120 persone vivono in strada

L'emergenza freddo, in questo 2020 ancora segnato dalla pandemia, quest'anno potrebbe essere devastante. Nella serata di mercoledì 11 novembre è andato a fuoco uno stabile abbandonato a Gardolo, l'ex officina Graffer, utilizzato come ricovero di fortuna da persone senza dimora. Quando i Vigili del Fuoco sono arrivati per spegnere le fiamme all'interno, fortunatamente, non c'era più nessuno ma è evidente ce chi dormiva lì ha dovuto trovare un altro posto.

Il giorno successivo la Polizia Locale ha sgomberato un altro edificio abbandonato, questa volta a Piedicastello: all'interno c'erano ventina di persone, tutti cittadini extracomunitari. Circa la metà è stata portata al Comando per l'identificazione. Nessuno aveva documenti che permettessero la presenza regolare sul suolo italiano. Questi dieci, dunque, sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria.

Emergenza freddo e covid

Sono circa 120 le persone che in questo periodo a Trento vivono in strada perchè non trovano spazio nei dormitori. Il numero, purtroppo, è più o meno quello che ogni anno le associazioni che si occupano di assistenza ai senza dimora denunciano in vista dell'arrivo dell'inverno. Quest'anno, però, la situazione potrebbe rivelarsi veramente drammatica causa delle norme anti-covid che hanno costretto le strutture di accoglienza a ridurre i posti, e ad altre difficoltà connesse con l'emergenza.

L'Assemblea antirazzista Trento, da sempre impegnata sul tema, avanza al Comune la richiesta di riconvertire subito in ostello tutte le strutture di proprietà pubblica vuote ma abitabili. Per i lavoratori a basso reddito si potrebbe anche prevedere una tariffa, naturalmente accessibile. L'importante è farlo presto: le temperature di questi giorni, ed i due episodi di Gardolo e Piedicastello, parlano da soli. Il coronavirus rischia, per la seconda volta, di lasciare in strada centinaia di persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento