Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca San Giuseppe / Via Francesco Barbacovi

Operazione Selfie: presi i ladri dei "furti di Natale"

Sono accusati di 114 furti, di cui 68 tra Trentino e Bassa Atesina i 20 membri di un sodalizio criminale albanese sgominato dai carabinieri di Trento

Sono responsabili dell'ondata di furti nel periodo natalizio a cavallo tra il 2015 ed il 2016 i 10 arrestati (altro 10 sono ricercati tra Albania e Italia) nell'operazione "Selfie", così chiamata perchè i ladri erano soliti scattarsi una foto prima di colpire. Individuavano l'obiettivo con cura, rubavano i veicoli con i quali compiere poi furti in abitazioni e sedi di associazioni, nascondevano la refurtiva i luoghi sicuri ed infine reclutavano nuovi sogetti per il colpo successivo.

Questo il modus operandi della banda, ricostruito dai carabinieri durante le indagini. Le venti persone per le quali è scattata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere sono accusate di 114 furti: 52 in Trentino, 14 nella Bassa Atesina e 48 in altre città del Nord Italia tra cui Parma, Totona, Verbania, Milano, Bergamo e Brescia.

Nella notte di Natale del 2015 hanno anche rubato una pistola, con 21 cartucce, da un'abitazione di Riva del Garda. Il resto della refurtiva è quasi interamente costituito da gioielli in oro e pietre preziose per un valore stimato di 200.000 euro. Tutti gli oggetti recuperati saranno disponibili in foto sul sito www.carabinieri.it/cittadino/servizi/banche-dati per il riconoscimento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Selfie: presi i ladri dei "furti di Natale"
TrentoToday è in caricamento