Cronaca

Security fuori norma e con precedenti penali in Val di Non, multa da 15mila euro

Ad accorgersi dell'anomalia i carabinieri di stanza alla festa: quattro buttafuori senza autorizzazione, due dei quali con fedina penale "sporca"

Vestivano tutti la stessa uniforme di colore nero con la scritta 'security' in evidenza. Con il classico auricolare, adoperavano un sistema di collegamento radio per restare in contatto tra loro i sei buttafuori che un’agenzia per la sicurezza del veronese stava impiegando presso un evento musicale recentemente tenutosi in Val di Non. Quattro di loro, stranieri ma comunitari, non erano però in regola con la “normativa di settore” perché non avevano frequentato il previsto corso di formazione, quindi non erano iscritti nell’elenco del personale addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi.

Il caso è stato scoperto dai Carabinieri della Val di Non che hanno proveduto a multare il datore di  lavooro,  ma anche gli stessi addetti alla sicurezza o  sedicenti tali, per un ammontare di 15.000 euro. La normativa in materia, spiegano i Carabinieri citando un decreto del Ministro dell’Interno risalente all’ottobre del 2009, impone a tali figure il possesso di rigorosi requisiti. Tra questi, una fedina penale pulita, situazione peraltro non riscontrata in due dei buttafuori sanzionati, ed una specifica formazione professionale, condizioni necessarie per prevenire situazioni di rischio all’interno dei locali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Security fuori norma e con precedenti penali in Val di Non, multa da 15mila euro

TrentoToday è in caricamento