menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuole per l'infanzia: l'orario prolungato si paga fino a 660 euro

Confermate le riduzioni tariffarie per il secondo figlio iscritto: 50% della tariffa dovuta e la gratuità per il terzo e ulteriori figli, ma solo se la famiglia ha un reddito Icef inferiore ad uno specifico limite

Per l’anno scolastico 2012-2013 i termini per le iscrizioni alle scuole dell’infanzia e al servizio di prolungamento dell’orario sono dal 30 gennaio al 10 febbraio 2012. Possono essere iscritti i bambini che abbiano compiuto o compiano entro il 31 gennaio 2013 il terzo anno di età e fino all’età dell’obbligo scolastico (i bambini nati dal 1/9/2006 al 31/01/2010).

L’iscrizione è richiesta dai genitori o da chi ne fa le veci legali mediante domanda in carta semplice, indirizzata al Comitato di gestione della scuola dell’infanzia in cui si intende iscrivere il bambino, da compilarsi su apposito modulo in distribuzione presso la scuola stessa. Il modulo di iscrizione può inoltre essere scaricato, per le scuole dell’infanzia provinciali, dai siti della Provincia ai seguenti indirizzi: www.vivoscuola.it e www.modulistica.provincia.tn.it e, per le scuole dell’infanzia equiparate, i siti informatici delle singole scuole e/o delle relative associazioni: Federazione provinciale scuole materne all’indirizzo www.fpsm.tn.it e Associazione Co.e.s.i. all’indirizzo www.associazionecoesi.com. È vietato iscrivere lo stesso bambino contemporaneamente in più scuole dell’infanzia o in una scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. La domanda va pertanto presentata presso una sola scuola.
 
LE TARIFFE
 
Le tariffe relative al servizio di orario prolungato nelle scuole dell’infanzia confermate per l’a.s. 2012/2013 sono le seguenti: la tariffa annuale intera è stabilita in 220 euro per un’ora giornaliera, in 440 euro per due ore giornaliere e di 660 euro per tre ore giornaliere. E’ confermata la possibilità di utilizzare il sistema di calcolo dell’indicatore delle condizioni economiche delle famiglie (Icef) per la determinazione di agevolazione sulla tariffa annuale intera, fino ad un limite minimo annuo di 78 euro per un’ora giornaliera, di 156 euro per due ore giornaliere e di 234 euro per tre ore giornaliere. Rimangono inoltre confermate le riduzioni tariffarie per il secondo figlio iscritto alla scuola dell’infanzia (50% della tariffa dovuta) e la gratuità per il terzo e ulteriori figli iscritti alla scuola dell’infanzia, ma solo se la famiglia ha un reddito Icef inferiore ad uno specifico limite. Per i nuclei fruenti dell’assistenza economica di base nonché nelle situazioni in cui il prolungamento d’orario è connesso con l’orario dei trasporti il servizio di prolungamento orario è gratuito. Si segnala, in merito al concorso finanziario delle famiglie per l’utilizzo del servizio dell’orario prolungato, la possibilità di differire oltre il termine del 10 febbraio 2012 ma comunque improrogabilmente non oltre il termine del 7 marzo 2012 il versamento della tariffa dovuta nonché la consegna alla scuola dell’infanzia della relativa attestazione di pagamento.
 
PRE-ISCRIZIONE DA GENNAIO 2013
 
E' prevista inoltre la possibilità della pre-iscrizione per l’ingresso da gennaio 2013 dei bambini nati nei mesi di febbraio e marzo 2010. Le domande di pre-iscrizione consentiranno ai competenti uffici provinciali di conoscere il fabbisogno di ingressi per il gennaio 2013 e di valutare la possibilità di assegnare risorse umane aggiuntive alle scuole già in sede di approvazione del Piano annuale della scuola dell’infanzia adottato nel giugno 2012. Alle famiglie la pre-iscrizione consente di acquisire la precedenza nell’assegnazione dei posti disponibili per gennaio 2013. Le domande di pre-iscrizione vanno comunque confermate presso le scuole nel mese di ottobre 2012 per accertare il permanere dell’interesse delle famiglie medesime.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento