Scuola: il Consiglio di Stato "archivia" l'istanza sui 164 ricorsisti trentini

Il Consiglio di Stato ha ritenuto di non doversi pronunciare riguardo all'istanza presentata dalla commissaria Beltrame. "Confermata la corretta applicazione dell'ordinanza" si legge in una nota della Provincia

Il Consiglio di Stato riunitosi oggi a Roma per decidere in merito alla precedente ordinanza sulla scuola trentina, ha ritenuto di non potersi pronunciare. Lo rende noto  la Provincia, che canta vittoria dopo l'accusa di omissioni e inottemperanze avanzate dal sindacato Delsa. La questione parte dal ricorso vinto da 164 insegnanti, che ottennero l'inserimento nella graduatoria di quarta fascia della scuola primaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per vigilare sull'esecuzione dell'inserimento venne nominata la commissaria ad acta Daniela Beltrame, coordinatrice regionale del Veneto, la quale ha poi presentato una nuova istanza al Consiglio di Stato. Dato che nessuno dei 164 insegnanti ha presentato un secondo ricorso il Consiglio di Stato "ha ritenuto che il Collegio non potesse pronunciarsi - spiega una nota della provincia - di fatto confermando l'operato della Provincia nell'applicare quanto deciso dallo stesso Organo giurisdizionale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento