Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Scuola: a settembre niente mascherina se c'è un metro tra i banchi

L'annuncio dell'assessore Segnana, mentre riaprono le scuole per i corsi di recupero estivi

"Se le soluzioni logistiche che i vari istituti stanno adottando consentono di mantenere la distanza fra i banchi di almeno un metro, l’uso della mascherina non è obbligatorio, ma facoltativo". E' quanto annuncia l'assessore provinciale alla Salute Stefania Segnana per il rientro a scuola a settembre in Trentino, proprio nei giorni in cui il ministro Azzolina presenta la bozza delle linee guida nazionali, provocando una marea di critiche.

Sulle norme che regoleranno la riapertura delle scuole, dunque, non c'è ancora niente di definitivo: "Prosegue l'opera del Comitato di prevenzione e sicurezza del lavoro per la predisposizione dei protocolli legati alla fase post emergenza Covid" spiega l'assessore. Il Comitato, tra l'altro, ha diffuso in questi giorni le regole per riaprire le scuole anche in estate, per i corsi di recupero dedicati agli alunni con bisogni educativi speciali.

A maggior ragione in questo caso, visto che i ragazzi in classe saranno molto pochi, la mascherina sarà facoltativa. "In linea di principio - spiega l’assessore - vale sempre la regola del distanziamento e delle mascherine, ma se vi è la difficoltà nell’utilizzo della mascherina non vi è l’obbligatorietà. Discorso analogo anche in vista della ripresa delle lezioni a settembre". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola: a settembre niente mascherina se c'è un metro tra i banchi

TrentoToday è in caricamento