menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La Uil specula sui detenuti", imbrattate nella notte le sedi del sindacato

Oltre alle vetrine imbrattate dalle scritte, nel corso della notte sono state anche ostruite le serrature delle porte di ingresso

"La Uil specula sui morti in carcere"; "A Spini si muore la Uil difende i secondini"; "Solidarietà con i detenuti". Queste le scritte ritrovate questa mattina dai dipendenti delle sedi della Uil del Trentino in via Matteotti a Trento, al civico 20/1, dove si trova la sede della segreteria, e al civico 79, dove invece ha sede la Uil Tucs. Oltre alle vetrine imbrattate dalle scritte, nel corso della notte sono state anche ostruite le serrature delle porte di ingresso. "Quello che è successo è sicuramente una cosa che ci preoccupa e ci amareggia. La questione carceraria non è solamente un tema che riguarda i reclusi o solo gli agenti di polizia penitenziaria ma riguarda tutta la nostra società", ha commentato il segretario Walter Alotti, interpellato dal quotidiano online 'Dolomiti'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, cosa cambierà?

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus, un altro lutto e +220 contagi

  • Attualità

    Sicor, sostegno da "tute blu" e studenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento