Pergine, scritte inneggianti alla strage di Bologna alla fermata della corriera

Fasci littori e pesanti riferimenti al terrorismo di estrema destra alla fermata delle corriere di Pergine

Fasci littori e scritte inneggianti ai NAR, gruppi terroristici neofascisti degli anni '70, alla fermata della corriera a Pergine. La foto è stata pubblicata dall'Osservatorio contro i fascismi del Trentino Alto Adige, e lascia poco all'immaginazione. Sul pavimento della fermata compare la scritta "fascist zone", ovvero zona fascista. Il riferimento è ai Nuclei Armati Rivoluzionari, un organizzazione clandestina rmana degli anni di piombo ritenuta responsabile di 33 omicidi tra il 1977 ed il 1981. Dell'organizzazione faceva parte anche Giuseppe Valerio Fioravanti, nato a Rovereto, condannato definitivamente nel marzo scorso insieme alla moglie Francesca Mambro, come esecutore materiale della strage di Bologna che il 2 agosto 1980 causò la morte di 85 persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni nelle Circoscrizioni: ecco i risultati

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

  • Bomba da disinnescare: autostrada, statale e ferrovia del Brennero bloccate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento