menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sentiero facile ma ghiacciato: scivola in un dirupo, recuperato dall'elicottero

Incidente su un sentiero del Monte Bondone, non particolarmente difficile. Intervento dell'elisoccorso con visori notturni

E' stato recuperato al termine di un compesso intervento l'escursionista scivolato, nel pomeriggio di domenica 23 febbraio, lungo il sentiero 626 sul Monte Bondone. Un itinerario non particolarmente impegnativo, a circa 1.500 metri di quota, ma reso particolarmente insidioso in questo periodo dalla neve ghiacciata, presente in zone d'ombra ed avvallamenti.

E' stato proprio il ghiaccio a tradire l'escursionista, che stava percorrendo il sentiero da solo. E' scivolato per diversi metri e si è procurato una frattura ad un braccio. Impossibilitato a proseguire ha chiamato il 112. Gli uomini del Soccorso Alpino, accertato il fatto che la situazione non fosse particolarmente grave dal punto di vista clinico, hanno provato a raggiungerlo via terra.

Il punto, particolarmente impervio, in cui si trovava il ferito ed il sopraggiungere del buio, hanno convinto i soccorritori a richiedere l'intervento dell'elicottero, condotto da piloti con visori notturni. Il velivolo ha calato sul posto un soccorritore che ha recuperato la vittima con il verricello. L'uomo è stato trasportato all'ospedale S. Chiara di Trento, dove è stato ricoverato con un trauma ad un arto superiore, fuori pericolo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento