menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Raccolta differenziata: terzo sciopero in vista, questa volta di due giorni

Terzo sciopero per i dipendenti dell'igiene pubblica: questa volta la manifestazione durerà 48 ore ed il Comune ci ripensa invitando a non esporre i rifiuti

Terzo sciopero in vista per i dipendenti dell'igiene pubblica, che questa volta incroceranno le braccia per 48. L'agitazione è legata, come abbiamo spiegato negli articoli sui precedenti due scioperi, al rinnovo del contratto collettivo. Con uno sciopero di due giorni anche il Comune, che prevede "un'elevata partecipazione del personale dipendente di Dolomiti Ambiente", ci ripensa e, contrariamente alla scorsa volta, invita i cittadini a non esporre i rifiuti nelle zone interessate, per evitare che restino in strada troppo a lungo creando situazioni sgradevoli, complice il caldo.

ATTENZIONE: lo sciopero si terrà il 13 e 14 luglio anzichè l'11 e 12, restano valide le indicazioni del  Comune, clicca qui...

Ecco le zone interessate: lunedì 11 luglio Meano e Gardolo per organico e carta così come Centro storico e Piedicastello; Bondone e Sardagna per organico e residuo; Povo e Villazzano per residuo, organico e vetro, Oltrefersina per organico, vetro e carta. Martedì 12 luglio: Gardolo per organico e carta, Ravina e Romagnano per organico, Argentario per vetro e organico, Mattarello per organico e imballaggi, San Giuseppe e Santa Chiara per residuo, vetro e organico, Centro storico e Piedicastello per imballaggi, Casteller e Mattarello per vetro, imballaggi e organico. Lo sciopero riguarda anche i CRM ed il CRZ. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento