rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Info utili

Dicembre, mese di scioperi: date e settori

Nella settimana tra il 12 e il 16 a incrociare le braccia in Trentino, come in tutta Italia, sarà il personale dei settori più disparati

Diversi gli scioperi generali proclamati per il mese di dicembre, nella settimana tra il 12 e il 16 a incrociare le braccia in Trentino come in tutta Italia sarà il personale dei settori più disparati. 

Mercoledì 14 dicembre

In Trentino, nello specifico, il 14 dicembre incrocerà le braccia il personale del settore scolastico, ad aderire allo sciopero è Flc, dopo l'incontro in Apran dove sono stati discussi i termini di rinnovo dei contratti. Secondo Flc l'accordo non è stato raggiunto in quella sede. Posizione diversa quella assunta, invece da Cisl.   

Sempre il 14 dicembre, per 4 ore, aderiranno allo sciopero generale anche i metalmeccanici del Trentino, questi contro la Finanziaria. Lo sciopero è stato proclamato dalle segreterie Provinciali di Fiom e Uilm del Trentino al fine di "contrastare una legge di Bilancio iniqua e socialmente pericolosa" si legge nella nota.

Proclamato lo sciopero contro la manovra finanziaria del Governo anche da Fp Cgil. Il sindacato la ritiene una “manovra sbagliata che toglie ai poveri per dare ai ricchi e che sui settori pubblici non stanzia un euro, mortificando il ruolo del lavoro pubblico. L’attenzione di questo governo sui servizi pubblici è pari allo zero, così come le risorse messe nella manovra finanziaria. A partire dalla sanità: nessuna cura per chi cura, non si rifinanzia il fondo sanitario nazionale, non si tolgono i vincoli alle assunzioni di personale, non ci sono risorse per i rinnovi. Solo briciole poi per il personale delle strutture sanitarie e socio-sanitarie private in convenzione”. Il 14 dicembre, inoltre, aderiranno allo sciopero nazionale anche i sindacati di Osp Cgil.

Mercoledì 14 dicembre anche gli edili si fermano per 4 ore, sciopero contro la finanziaria nazionale ritenuta "ingiusta e che non dà risposte ai lavoratori".

Venerdì 16 dicembre

Venerdì 16 dicembre ci sarà una nuova ondata di scioperi in Italia. La segreteria provinciale del sindacato Filt - Cgil, in adesione ad uno sciopero generale regionale, ha proclamato per venerdì uno sciopero del personale del gruppo Fs Italiane con sede in Alto Adige dalle 9.01 alle 16.59.

Tpl aderirà allo sciopero generale di venerdì a livello nazionale, con varie modalità per i settori trasporto merci e logistica, taxi e funiviario. Il settore autostrade e trafori sciopererà per le ultime 4 ore di turno.

Venerdì sciopero proclamato anche da Usb lavoro privato, per il settore “circolazione e sicurezza stradale”. A incrociare le braccia per l’intero turno darà il personale della società Aci Infomobility.

I sindacati di Osr Uilt-Uil hanno comunicato che aderiranno allo sciopero nazionale per il settore ferroviario del personale mobile della società Italo-distretto di Milano, per 8 ore: 9.01-16.59.

Lo sciopero di 72 ore

Dalle 22 di martedì 13 alla stessa ora di venerdì 16 dicembre è poi in programma uno sciopero di tre giorni dei benzinai in Italia. I gestori dei distributori di carburante chiedono di essere ascoltati, per capire il destino di un’intera categoria.

“Noi, come Federazione, proponiamo ai gestori questo tipo di lotta, perché chiaramente come messaggio nazionale siamo coesi, ma ormai da tempo abbiamo abbandonato in Provincia questa strada - spiega Federico Corsi, presidente di Faib (Federazione autonoma italiana benzinai, per la provincia autonoma di Trento) -. Questo perché spesso e volentieri si arriva puntuali al momento dello sciopero, qualcuno al Ministero si fa vivo e si arriva a una sorta di chiarificazione. Senza di noi, le merci non circolano e le persone si fermano”.

Ultime notizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dicembre, mese di scioperi: date e settori

TrentoToday è in caricamento