Cronaca

Alimenti conservati male e sciatori a tutta velocità: pioggia di sanzioni sulle piste

Due esercenti e quattro giovani sono stati multati

Controlli a tappeto dei carabinieri su piste, baite e impianti a inizio marzo. Nei guai due esercenti e quattro sciatori. I militari della Compagnia carabinieri di Ortisei e le stazioni dipendenti, collaborati dal Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Trento hanno eseguito diffusi controlli in val Gardena e Alpe di Siusi.

Due esercenti sono stati sanzionati, in due ristoranti dell’Alpe di Siusi. Uno per lo stato di conservazione degli alimenti e la loro tracciabilità. In particolare avevano congelato alimenti che non potevano esserlo. L’altro per la violazione delle norme igieniche sulla conservazione degli alimenti che non erano adeguatamente protetti.

A Selva quattro giovani sono stati sanzionati sulle piste per la violazione delle norme di comportamento. Tutti e quattro non avevano tenuto una velocità commisurata alle condizioni della neve. Tutti i giorni sulle piste dell’Alto Adige ci sono feriti, anche gravi, per incidenti sulle piste. E come sostenuto dai carabinieri, le cause degli incidenti possono essere date da condotte scorrette di sciatori che poi non riescono a controllare la sciata e vanno a scontrarsi contro altri sciatori.

Sottoposti alla prova dell'etilometro per testare se avessero rispettato le norme in vigore dal 2022, secondo le quali gli sciatori devono sciare con tasso alcolemico pari a zero, nessuno dei quattro giovani è risultato positivo.

"La sicurezza sulle piste è importante e i carabinieri addetti alla vigilanza sui comprensori sanno che più incidenti prevengono meno dovranno poi lavorare per ricostruire gli eventi e meno carburante e ore di volo saranno usati per andare a salvare gli infortunati" si legge nella nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alimenti conservati male e sciatori a tutta velocità: pioggia di sanzioni sulle piste
TrentoToday è in caricamento